ASSISTENZA DIRETTA 0434 516332

Scarico Liquido Zero nella produzione di colle poliviniliche

By 16 Settembre 2016case, chemicals, pcr

Il Cliente
L’azienda è la filiale europea di una società multinazionale leader nella produzione di adesivi con una vastissima applicazione in svariati settori industriali.

La sfida
Il processo produttivo prevede la miscelazione, all’interno di appositi reattori, degli ingredienti adesivi base. Il prodotto finito viene venduto in forma liquida alle industrie del legno e del mobile, grafica, tessile e automobilistica. Le acque reflue provenienti da questo processo vengono destinate allo smaltimento e comportano inevitabilmente un costo sostanziale per l’azienda.

La soluzione fornita
L’impianto nel suo complesso è in grado di trattare 15 m3 al giorno di acqua reflua. La fase iniziale consiste in un evaporatore sottovuoto a pompa di calore e circolazione forzata mod. PC F 12 che si occupa di pre-concentrare il liquido. La fase finale ha invece l’obiettivo di raggiungere il grado di concentrazione utile per rendere il prodotto rivendibile e consiste in un evaporatore sottovuoto a pompa di calore e camicia riscaldante raschiata mod. PC R 2.

Gli evaporatori EVALED® sfruttano la combinazione degli effeti dati dal vuoto e dalla pompa di calore per ottenere un’ebollizione del refluo a bassa temperatura (35 °C). Entrambe le unità sono costruite in una lega austenitico ferritica – SAF 2507 – resistente a possibili fenomeni di corrosione per pitting (vaiolatura) dovuti alla presenza di un’alta concentrazione di cloruri.
Il modello PC R 2 è, inoltre, equipaggiato con lame raschianti all’interno della caldaia per mantenere pulite le pareti dello scambiatore. La parte inferiore della stessa caldaia è costituita da una camicia riscaldante che fornisce il calore necessario all’evaporazione del liquido.

Risultati & Vantaggi
I risultati delle analisi hanno confermato le aspettative iniziali riguardo alla qualità del prodotto finale: una soluzione a densità costante da poter miscelare al prodotto adesivo fresco per la produzione di altre tipologie di collanti.
Riciclare il distillato proveniente dal trattamento permette la riduzione del refluo fino all’ottenimento dello Scarico Liquido Zero. Ciò che in precedenza doveva necessariamente essere smaltito in modo opportuno, ora viene reimpiegato nel processo produttivo. Il risultato ottenuto dall’azienda è l’eliminazione delle diverse problematiche legate allo stoccaggio, ai regolari controlli eseguiti dalle autorità locali per lo scarico ed ai costi sostenuti per questo, trasformando uno scarto in una risorsa economica.

Parametri U.M. Refluo Distillato Concentrato
pH 3,5 3,0 3,8
Sali (105°C) % 3,34 0 31,13
Tensioattivi mg/l >350 2,3
Cloruri mg/l 319 < 1,0
Ammoniaca mg/l 25 < 1,0
Boro mg/l 5,6 < 0,1
Ferro mg/l 11,2 < 0,1